il mio regno

qui si parla di…. Luigi Tenco

Il pensiero di Moro, Campanella e Bacone fra gli amori di Tenco

Riporto, pensando di fare cosa gradita, la testimonianza di un amico che ha avuto la fortuna di conoscere Luigi e che ho incrociato nel forum del sito ginopaoli.it:

"Da ragazzino ero andato a trovare Luigi Tenco nella torre di Recco e mi ero portato dietro un libro con le Utopie di Moro, Campanella e Bacone da leggere in treno perché il giorno dopo avevo un’interrogazione a scuola. Seduti intorno a un tavolo, Luigi sfogliò il libro con grande interesse e mi disse di amare molto il pensiero di quegli autori. Moro parla di una società senza denaro, dove gli uomini e le donne lavorano sei ore al giorno e i frutti del lavoro dei campi vengono messi in comune."

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “Il pensiero di Moro, Campanella e Bacone fra gli amori di Tenco

  1. Utopia già, o forse necessità… Lavoriamo per un mondo diverso…

  2. A proposito di Tenco,hai mai ascoltato il bellissimo disco:Nicola di Bari canta tenco?Davvero ottimo,canzoni cantate benissimo,con rispetto e partecipazione…se non ce l’hai scrivimi che te lo duplico!!

  3. Che strano stavo rileggendo gli stessi autori qualche giorno fa.
    Ai tempi dell’esame di Storie delle Dottrine politiche portai come parte speciale una valutazione sullo sviluppo delle utopie. Da Platone in poi, arrivando infine alle cosiddette utopie negative. Orwell e Huxley in primis.
    un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: