il mio regno

qui si parla di…. Luigi Tenco

Tenco da Sassari…sentiamo Tenco da Sassari

La vita è proprio strana. Nel percorso di ognuno ci sono tappe obbligate ma anche coincidenze che talvolta lasciano stupiti anche gli inventori di illusioni, cioè i maghi.

Questa breve premessa mi serve solo per segnalare che già mi ritenni fortunato nell’aver scoperto che Luigi Tenco era stato buon amico di un mio concittadino ed ancor più fortunato lo sono stato per il fatto che prestò servizio militare nella mia regione.

Se oggi possiedo una sua dedica sulla copertina di un suo/mio disco è probabile che dipenda da questa seconda coincidenza ma che nel suo curriculum (ante e post mortem) abbia più volte incrociato la parola "Sassari" questo mi suona davvero singolare e neanche i maghi del mio regno (la copertina di cui parlavo prima) hanno saputo spiegarmi la cosa.

Forse è leggenda o forse verità ma si ha l’impressione che nel 1962 Luigi abbia collaborato, in qualche modo, alla regia dell’unico lungometraggio al quale prestò il proprio talento. Parlo del film "La cuccagna" di Luciano Salce, là dove, quasi per simulare una punizione che lascia intendere la fine del "bengodi",  si cita per la prima volta, per quel che mi è dato conoscere, la parola in questione con la lapidaria affermazione fatta da un industriale della pubblicità: "mandateli a Sassari".

Ma da Sassari proviene anche, e qui siamo già nel 1967, un ricco epistolario di canzoni inedite di cui dà conto la rivista "Novella 2000" nel suo nr.30 citandone peraltro una "l’amore mi inganna da tempo/mi sfugge e ne ignoro il perché/ etc.". Ritengo di conoscere a sufficienza quell’epistolario nel quale non riconosco la penna di Luigi ma fatto sta che la provenienza non la posso disconoscere ed è proprio Sassari.

E ne son passati di anni fin quando (e siamo nel 2007) un presentatore TV che era solito, in anni giovanili, presentare le performances di Luigi nei locali liguri dove il Nostro suonava, se ne esce con la frase: "Tenco da Sassari, sentiamo Tenco da Sassari". E la platea attenta ha potuto apprendere qualcosa in più di Tenco e di Sassari.

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Tenco da Sassari…sentiamo Tenco da Sassari

  1. Grazie a due presidenti della Repubblica, un leader politico del più grande partito di opposizione e altri leader, la mia città ancora una volta si fa conoscere…

  2. Sassari, lo cito nell’articolo, è il contrario del paese del “bengodi”. E’ una città dalla quale proviene poesia “falsa e bugiarda”. Necessiterebbe di riqualificazione e Luigi può far qualcosa, soprattutto se oggi lo si vede come un fiore di ieri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: