il mio regno

qui si parla di…. Luigi Tenco

Caso Tenco: unico, raro e prezioso.

Caso Tenco: unico, raro e prezioso.

 

E’ stato un anno ricco di novità per chi ama e ricorda, come faccio io, la figura del compositore piemontese.
A me è capitato di conoscere persone mosse da motivazioni analoghe alla mia con le quali ho tessuto un patto di segreta e straordinaria solidarietà.
A me è capitato pure di dover selezionare fra quanti invece si sono avvicinati solo perché mossi, credo, dal fatto che si era tornati a parlare di un "caso Tenco".
Ma di caso unico, raro e prezioso bisognerebbe iniziare a parlare dal momento che, dopo quarant’anni, Luigi viene riscoperto anche dal "sonno mentale" dell’italiano medio.
Di strada da fare, mi par di capire, ce n’è ancora molta e forse l’avventura più insidiosa inizia proprio adesso.

 Per ricordarlo stasera, c’è addirittura un appuntamento di fine anno che consiglio a quanti si troveranno dalle parti di Milano e, come me, non avranno qualcosa da fare.
Perché di Luigi, oggi, ci si può innamorare anche perchè non si ha niente da fare.

 

TEATRO LITTA – Milano:  QUANTE VITE AVREI VOLUTO – Una storia per LUIGI TENCO.

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: