il mio regno

qui si parla di…. Luigi Tenco

Canzoni senza tempo

Nel 2007 sono stati ricordati, in varie occasioni, i quarant’anni

dalla morte di Luigi Tenco, avvenuta a Sanremo

la notte fra il 26 e il 27 gennaio 1967. Si trattò,

come noto, di un suicidio. Tenco “ha voluto colpire a

sangue il sonno mentale dell’italiano medio” scriveva allora

Salvatore Quasimodo. Quella morte improvvisa ed

inaspettata portava all’attenzione di un vasto pubblico

l’opera di un cantautore ancora conosciuto a pochi.

Noi, in questo 2008, vogliamo ricordare Luigi Tenco per

i settant’anni dalla sua nascita, avvenuta il 21 marzo del

1938 a Cassine nel Monferrato, per dare risalto e sottolineare,

piuttosto, quanto egli ha fatto nel corso della

sua pur breve vita. Di quel suicidio se ne è parlato anche

troppo.

Il Centro Culturale Candiani e il Club Luigi Tenco di Venezia

(il primo a lui dedicato), in collaborazione con l’Associazione

Culturale Art Poétique, gli rendono omaggio

con due giornate che lo vedranno protagonista.

Nella prima giornata Tenco è attore, assieme a Donatella

Turri, nel film scritto e diretto nel 1962 da Luciano

Salce La cuccagna, con musiche di Ennio Morricone e

una canzone di Fabrizio De Andrè (La ballata dell’eroe).

L’opera narra la storia – quasi un anticipo del ’68 – di due

giovani che cercano una propria strada nell’Italia del cosiddetto

boom economico. Vi si parla, per la prima

volta nel cinema italiano, di obiezione di coscienza,

reato allora punito col carcere.

La seconda giornata prevede un concerto di canzoni di

Tenco interpretate da Grazia De Marchi e Roberto Nardin,

accompagnati al pianoforte da Giannantonio Mutto.

Sono canzoni che, a distanza di decenni, si rivelano ancora

molto attuali, forse perché, in realtà, sono senza

tempo: non a caso vengono continuamente rilette e interpretate

da moltissimi artisti, dai più noti ai meno noti

e, soprattutto, vengono riscoperte dai giovani.

Sicuramente erano troppo avanti rispetto all’epoca in cui

con due giornate che lo vedranno protagonista.

Nella prima giornata Tenco è attore, assieme a Donatella

Turri, nel film scritto e diretto nel 1962 da Luciano

Salce La cuccagna, con musiche di Ennio Morricone e

una canzone di Fabrizio De Andrè (La ballata dell’eroe).

L’opera narra la storia – quasi un anticipo del ’68 – di due

giovani che cercano una propria strada nell’Italia del cosiddetto

boom economico. Vi si parla, per la prima

volta nel cinema italiano, di obiezione di coscienza,

reato allora punito col carcere.

La seconda giornata prevede un concerto di canzoni di

Tenco interpretate da Grazia De Marchi e Roberto Nardin,

accompagnati al pianoforte da Giannantonio Mutto.

Sono canzoni che, a distanza di decenni, si rivelano ancora

molto attuali, forse perché, in realtà, sono senza

tempo: non a caso vengono continuamente rilette e interpretate

da moltissimi artisti, dai più noti ai meno noti

e, soprattutto, vengono riscoperte dai giovani.

Sicuramente erano troppo avanti rispetto all’epoca in cui

sono state scritte: alcune infatti sono state censurate.

In occasione di questa iniziativa verranno ristampati gli

otto “numeri unici” realizzati dal Club Luigi Tenco di Venezia

tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni

Settanta, in assoluto le prime pubblicazioni a lui dedicate.

Ancora oggi Luigi Tenco continua ad essere un punto

di riferimento imprescindibile nel panorama della canzone

d’autore italiana.

Cristina Romieri e Roberto Nardin

 

21032008cuccagna04cuccagna01      cuccagna03cuccagna02cuccagna05     cuccagna07cuccagna06

lacuccagnatrafilettocuccagna

 ilmioregno.it

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Canzoni senza tempo

  1. una manifestazione da non perdere…peccato non esserci.

  2. @gulliveriana: …e dunque ti perderai le ristampe degli otto “numeri unico”? Ti segnalo che se non puoi esserci nelle giornate del 19 e 20 marzo indicate nel post c’è comunque la possibiltà di un ulteriore appello per il 21 con possibilità di scelta anche in termini di orario. In Venezia infatti verrà riproiettato il film “La cuccagna” tanto alle ore 18 quanto alle ore 21.
    Se ti servono rifermenti più precisi sono a disposizione.

  3. bene, allora aspetto riferimenti più precisi…magari non per il 21 ma per un’altra occasione a Venezia con Ornella e tutti gli amici tenchiani.

  4. Ho provveduto a fissarti un appuntamento per mercoledì o giovedi della settimana dopo Pasqua. Devi solo indicare il giorno che preferisci.

Rispondi a ilmioregno Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: