il mio regno

qui si parla di…. Luigi Tenco

Omaggio del club Luigi Tenco a Ornella, fondatrice appassionta

obgrande

Un mese fa moriva, all’età di 86 anni, Ornella Benedetti, lidense d’adozione, fondatrice del Club Luigi Tenco. E proprio gli amici del club la ricordano ora con una lettera aperta, a firma di Cristina Romieri. Uno «spirito libero e un po’ ribelle», quello di Ornella che era stata toccata profondamente dalla tragedia di Luigi Tenco. «Sentiva che si doveva far qualcosa – scrive Romieri -, non lasciare che quella morte, che in molti si erano premurati a ridicolizzare e a banalizzare, scivolasse nell’oblio del tempo, così come avevano fatto con quel corpo portato via in tutta fretta perché lo spettacolo doveva continuare. Scrive alla madre di Luigi, Teresa, con cui manterrà un bella amicizia per metterla a conoscenza del progetto di istituire il Club, senza mitizzazioni e senza fanatismi, per mantenerne vivo il ricordo esaltando nel mondo della canzone quegli ideali di poesia, onestà e dignità umana a cui Luigi ha voluto esser sempre fedele …. Su quel Club riesce a convogliare molte persone, soprattutto giovani, con la loro rabbia, i loro sogni, la loro creatività. Ornella diventa il loro (nostro) punto di riferimento». Il Club cura varie iniziative: nel ’67 esce In ricordo di Luigi Tenco, che raccoglie molte poesie scritte in sua memoria, nel ’68 vengono pubblicate le pagine Caleidoscopio, tra il ’69 e il ’74 otto numeri unici, ora ristampati. Di quegli anni sono anche la costruzione di case per i lebbrosi nel Ciad dedicate a Luigi e l’assegnazione del premio allo studio a Vincenzo Rizzitiello, per stampare il libro Un maestro in Lucania sulla propria esperienza in una povera pluriclasse della Basilicata. É del 2000, invece, il volumetto di Ornella : A tutti quei giovani che nel ’67 – Piccola storia del Club Luigi Tenco di Venezia.. In questi ultimi anni il Club ha organizzato alcuni concerti: l’ultimo, Omaggio a Luigi Tenco nei settant’anni della sua nascita, tenutosi il 28 settembre a Palazzo Ducale. «A questo appuntamento Ornella purtroppo non è venuta: ci ha lasciato proprio pochi giorni prima».

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “Omaggio del club Luigi Tenco a Ornella, fondatrice appassionta

  1. angela80 in ha detto:

    Un volto così gentile…
    non ti dimenticheremo mai Ornella!

  2. Era doveroso un articolo per lei. Finalmente glielo hanno dedicato, anche se sono del parere che avrebbe meritato un riconoscimento ufficiale quando era ancora in vita.

    Ot
    ho provato a lasciare lo stesso commento sul blog su tiscali ma non riesco…

  3. anonimo in ha detto:

    Grazie Massimo per aver postato la foto di Ornella: Dopo 41 anni ho visto il volto della persona alla quale ho sempre voluto bene e che non domenticherò mai. Mi maancheranno le sue lettere, mi mancheranno le nostre telefonate. Ultimamente rideva dicendomi che se mi fosse arrivato un bigliettino a lutto era il suo. Purtroppo le figlie non l’hanno fatto ed io ho saputo più tardi della sua morte. Addio Ornella che Dio ti abbia accolto fra le sue braccia.

  4. anonimo in ha detto:

    Buongiorno, sono Anna, figlia di Ornella.
    So di non aver scritto ancora a tutte le persone che conoscevano mia madre, se vuole mettersi in contatto con me, mi farebbe molto piacere. A presto!
    La mia mail: nini1959@libero.it

  5. @Angela: ti ringrazio per la sensibilità che hai dimostrato e per le belle parole che hai speso, anche in altri spazi.
    @Gulliveriana: …e dire che una promessa, nel senso che tu indichi, Ornella l’aveva proprio avuta. E, per come me ne parlava, avvertivo anche io che sarebbe stata di suo gradimento.
    Le sono rimasti, comunque, i nostri attestati di stima e di amore. E ti assicuro che quelli, li ha apprezzati molto.
    @utente anonimo: E’ sempre difficile rispondere agli utenti anonimi. Chiunque conosceva Ornella non ha tardato a comprendere ciò che era accaduto, anche per le segnalazioni, che si sono susseguite nel WEB, davvero numerose.
    Da come scrivi lasci trapelare che non conoscevi né il suo volto né la sua più recente composizione familiare. Fra le righe, ritengo comunque di sapere chi sei e non ho dubbi sulla sincerità del tuo messaggio, anche se 41 anni, ad esser precisi, sono forse un po’ buttati lì.
    @Anna: Ciao Anna. Chi semina, raccoglie; e tua mamma aveva seminato molto, come vedi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: