il mio regno

qui si parla di…. Luigi Tenco

Archivi per il mese di “novembre, 2019”

“divertissement” con Luigi Tenco

Nell’agosto del 1960 Luigi Tenco propose alla sua casa discografica di incidere “Vola Colomba”, un famoso brano del 1952 portato al successo da Nilla Pizzi.. Il 5 di settembre la sua proposta fu accolta ma il giorno seguente gli fu notificato l’esito negativo. Luigi aveva scritto, in lingua inglese, due diversi testi di questo brano. Sappiamo che nel 1960 Tenco non aveva ancora deciso di comparire con il suo vero nome per cui mascherava le sue performances con lo pseudonimo “Gordon Cliff cantando alla maniera di Nat King Cole e un poco attendibile critico musicale, in un trafiletto apparso sulla rivista “Il musichiere”, lo ritenne un mediocre cantante “americano”. Oggi propongo il testo meno noto a cui associo un mio personale “divertissement”, ritenendo che anche Luigi avesse in animo di divertirsi con “Vola Colomba”.

Aggiungo che il tema della “Colomba” fu poi ripreso, nell’anno seguente, da Pablo Picasso con il famoso quadro che fa da sfondo alla mia personale e piccola performance musicale.

“Oh my God, if I could become

a free dove,

I would like to fly at once

where lives my love,

to know if that baby still loves me

and look at her lips saying my name,

to see those eyes and those long hairs

golden like sunshine.

Darling, remember this my darling:

I can no more

live without you.

Sweetheart, remember you’re my sweetheart

and please, don’t cry

for I’m so far.”

Luigi Tenco

Navigazione articolo