il mio regno

qui si parla di…. Luigi Tenco

Archivi per il mese di “marzo, 2020”

#io resto a casa …e mi leggo un libro

# io resto a casa “..e mi leggo un libro”

Questa mattina non avevo sonno e ne ho approfittato per leggere uno dei tanti libri che mi è capitato di acquistare nel tempo e di tenere lì, nella mia libreria, in attesa di un momento più favorevole per assimilarne i contenuti. Ed oggi il momento si è manifestato vuoi per l’# io resto a casa e vuoi perché il mio pensiero va anche alla data in cui nacque Luigi Tenco. Nel libro, di interessante, ho trovato anche una lettera scritta dalla sua cugina sull’origine del nome “Luigi Domenico” e su quanto la cosa fosse gradita dal compositore; lettera che non posso riprodurre perché vietato dal copyright ma il cui contenuto avevo già potuto constatare essendo indicato in uno dei suoi pezzi rock dal titolo “Fai come ti pare” firmato per l’occasione proprio da “L.D.Tenco”.

img242

MAGGIORE o MINORE … perplessità!

Ho trovato, in un sito, dove è possibile condividere documenti, uno spartito di Luigi Tenco che mi ha incuriosito. Lo propongo solo perché mi ha suscitato meraviglia notare che il brano fa uso di una scala in tonalità MAGGIORE.
Le mie convinzioni sono sempre state quelle di ritenerlo, invece, un pezzo da eseguirsi in tonalità MINORE confortato anche da un minimo di altre due partiture (con tonalità diverse) che possiedo dello stesso brano.
La trascrizione, fatta a mano, degli accordi, mi induce, però, a fare una riflessione su come Luigi ce lo abbia, effettivamente, voluto lasciare.
Nei trattati di musica si legge che la tonalità MAGGIORE viene usata nei brani che tendono all’allegria mentre quella in MINORE è riservata invece agli aspetti più malinconici. In questo caso specifico si potrebbe pensare che frasi come “mi sono innamorato di te/ perché non avevo niente da fare” siano la provocazione di un maschilista assai incurante delle conseguenze del suo gesto e del tutto privo di sensibilità ma l’epilogo del brano “non so più pensare/ a nient’altro che a te” ha tutt’altra natura. Mi domando: ‘ma può un brano iniziare in tonalità MAGGIORE e poi chiudersi in tonalità MINORE?”

mi sono innamorato in maggiore

il senso di un Club

club luigi tenco

img228

img229

Navigazione articolo