il mio regno

qui si parla di…. Luigi Tenco

Archivio per la categoria “Argomenti vari”

+ 2

Pedala, pedala, si arriva da ogni parte ed io ho dovuto pedalare e sudare parecchio ma, alla fine, ce l’ho fatta.
Mi sono recato, come ormai è prassi per me, anche quest’anno a trovare la signora che, nel lontano 1967, mise in piedi il più antico ed importante Club che sia dedicato alla memoria di Luigi Tenco.
E come ogni anno accade, anche questa volta, ho cercato di non presentarmi a mani vuote. Giuliana e Felice sono due splendide persone che ritengo sinceramente innamorate della figura di Luigi. Una è ligure e l’altro è piemontese. Proprio come Tenco che definirlo ligure o piemontese in fondo non ne cambia l’origine profonda.

I due dischi ritratti nella foto sono stati il mio piccolo contributo annuale oltre a varie piccole cose, in parte commissionatemi in precedenza dalla Signora stessa. E fra le piccole cose si è parlato di un Tenco ciclista, di una incisione fatta a nome R.Ventuno e non Dick Ventuno pubblicata in Messico e mai catalogata nelle discografie di Luigi, della sua partecipazione al film "008 operazione ritmo" documentata da locandine dell’epoca, di immagini che lo ritraggono in TV a Musica Hotel etc.; insomma rarità che vanno ad integrare i "libroni" che la Signora conserva e aggiorna con cura e dedizione.
E dal cilindro dei suoi ricordi mi ha reso partecipe, con dovizia di particolari, di amori accennati, di mariti gelosi, di madri inviperite e mille altre cose che sono sempre gravitate intorno alla figura di Tenco. E così ho scoperto che il grande Leo Ferré ad esempio le ha voluto lasciare una dedica ed un…bacio. E che anche lui, era uno di noi.
Oggi, nel mio calendario, spero dunque di spuntare un +2.

nb. ai vecchi e fedeli soci segnalo che non ho trascurato di mostrarLe le foto scattate al portone del Club o quelle fatte ad altri portoni….<!– –>

Annunci

LUIGI TENCO mi ha concesso una intervista….

LUIGI TENCO mi ha concesso una intervista… (tratta dal “LIBRO della FANTASIA” del sito ilmioregno.it)

ilmioregno – finalmente un personaggio interessante…presentati: chi è Luigi Tenco?

Tenco – io sono uno… che parla troppo poco….

ilmioregno – mi pare che canti anche poco ! …non ti si sente molto!

Tenco – beh, …se stasera sono qui…(canta)

ilmioregno – bella questa canzone…quando l’hai composta?

Tenco – ieri

ilmioregno – e quante volte l’hai provata prima di oggi?

Tenco – mai

ilmioregno – complimenti, anche se è solo un provino potrebbero aggiungervi un’orchestra ed affidarla ad un personaggio di successo…magari una donna.

Tenco – non so…ancora

ilmioregno – ascolta Luigi, sono io che non so ancora chi tu sia…dicono che hai successo con le donne…sei forse il principe azzurro?

Tenco – No, non sono io il principe azzurro…io sono uno che non nasconde le sue idee

ilmioregno – dunque avrai molti nemici?

Tenco – No, non è vero …lassù qualcuno mi ama

ilmioregno – parlami dei tuoi inizi…a chi ti sei ispirato…

Tenco – chi mi ha insegnato? (sospirando) …cara maestra…sui libri di scuola…

ilmioregno – musicalmente intendevo dire!

Tenco – un vecchio signore

ilmioregno – e che ti diceva?

Tenco – una vita inutile vivrai se non diventerai qualcuno

ilmioregno – ed oggi ti senti “qualcuno”?

Tenco – beh, non son finito sai, non sono io un acchiappanuvole che sogna di arrivare

ilmioregno – arrivare dove? magari a Sanremo?

Tenco – No! (con tono deciso)…tra tanta gente

finisce qui questa breve intervista che Luigi mi ha concesso e se nessuno mi avesse detto mai che le fiabe son storie non vere…ora là io sarei…a parlare ancora con Tenco che invece saluto come forse avrebbe fatto lui:

ciao, ragazzo mio, ciao….ti dirò!

ilmioregno.it (15/2/2006)
Riferimenti: Luigi Tenco mi ha concesso una intervista

Luigi Tenco torna in…. Via del Campo


Luigi Tenco torna in…. Via del Campo

“Via del Campo ci va un illuso” diceva Fabrizio De André negli anni ’60 e talvolta si spingeva perfino a indicare in “Via del Campo ci vado io”.
Ora in Via del Campo si può andare anche per raggiungere una sala di lettura intitolata a LUIGI TENCO che pure quella via deve aver frequentato nei suoi anni giovanili. Lo fece certamente prima di conoscere Luciano Salce al cospetto del quale doveva presentarsi perché il regista stava scegliendo un attore per il suo film “La Cuccagna” e mai scelta fu più azzeccata. Dunque, credo di non sbagliare se oggi affermo che Luigi torna in Via del Campo dove spero che anche altri andranno!

COMUNICATO STAMPA

Venerdì 28 ottobre, alle ore 10,30, saranno inaugurati i nuovi locali della Biblioteca del C.S.B. della Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell?Università di Genova, al piano terra di Palazzo Serra (Piazza Santa Sabina), e con l?occasione sarà inaugurata la nuova sala di lettura che sarà intitolata al cantautore Luigi Tenco.
Particolarmente suggestiva, sia da un punto di vista culturale, sia da un punto di vista sentimentale, questa inaugurazione, poiché la sala di lettura ?Luigi Tenco? è ubicata proprio in quella via del Campo, autentico ?luogo poetico? della generazione di cantautori e poeti dei quali Luigi Tenco fu giovanissimo esponente, assieme a Gino Paoli, Bruno Lauzi, i fratelli Gianfranco e Giampiero Reverberi, Fabrizio De André, Umberto Bindi, e altri intellettuali e artisti.
Alla cerimonia interverranno, oltre a studenti e docenti universitari e personale dell?ateneo genovese:
il Magnifico Rettore, professore Gaetano Bignardi
Pier Luigi Provetto, preside della Facoltà di Lingue e letterature straniere
Graziella Corsinovi, docente dell?Università di Genova che sta proprio tenendo un corso anche su Luigi Tenco nell?opera teatrale di Mario Dentone
Lorenzo Coveri, docente della Facoltà di Lingue che ospita le due sale, studioso di Lingua Italiana e studioso anche del fenomeno dei cantautori italiani e stranieri.
Mario Dentone, scrittore, studioso di Luigi Tenco.
Riferimenti: ritratto offerto dall’amica "gulliveriana"

Ciao Sergio, ciao….ricordando Sergio Endrigo


“Un disco e tu” ….Sergio,
ti ho ascoltato ieri, in questa che era una delle tue prime incisioni, semplice, come sei sempre stato tu.
Ti apprezzo oggi.
Ti ricorderò, per mantenerti in vita, domani.
E ti sarò grato per sempre, per quelle poche parole che ci siamo detti, una sera a Roma, ricordando Luigi…..
Riferimenti: Ciao Sergio, ciao….ricordando Sergio Endrigo

Luiigi Tenco e L’isola in Collina – Ricaldone (AL) – ed.2005


Per chi è interessato segnalo che la 14°edizione dell’Isola in Collina si terrà nelle serate di Venerdì 22 e Sabato 23 Luglio 2005.
A Ricaldone stanno lavorando anche per l’apertura di un MUSEO dedicato a Luigi Tenco.
Riferimenti: Un museo a RICALDONE per LUIGI TENCO

LUIGI TENCO: Lungometraggio ?Io sono uno? (Italia 2003)

Lungometraggio ?Io sono uno? (Italia 2003)

a cura di Danilo Malferrari – Interventi musicali di Alessio Blve

la testimonianza ,nelle immagini dal 1962 al 1966,della breve vita di un grande artista e genio musicale che ha in qualche modo aperto le porte alla canzone d?autore

Dove?
allo spazio estivo Casalecchio di Reno (BO)
sabato 25 giugno 2005, ore 20
Centro Giovanile – ex Tiro’

Riferimenti: Associazione Culturale LE NUVOLE

un DVD con la clip di LUIGI TENCO a colori


E’ in vendita il DVD con la clip di Luigi Tenco a colori.
Si tratta del film “Questo pazzo, pazzo mondo della canzone” di Bruno Corbucci e Giovanni Grimaldi, prodotto nel 1965 da Cinemar.
Brevi scenette umoristiche si alternano a canzoni di musica leggera interpretate da cantanti più o meno noti degli anni sessanta.
Nella clip musicale Luigi Tenco canta “Io lo so già”.
Altri cantanti sono: Petula Clark, La Cricca, Dino, Lucio Dalla, I Flippers, Roby Ferrante, Los Marcellos Ferial, Nico Fidenco, Remo Germani, Ricky Gianco, Francoise Hardy, Udo Jurgens,Jenny Luna, Gianni Morandi, Gino Paoli, Rosy, Little Tony, Edoardo Vianello.
Interpreti del film sono anche: Alberto Bonucci, Aroldo Tieri, Vittorio Congia, Umberto D’Orsi (che aveva debuttato con Luigi Tenco nel 1962 nel film di L.Salce “La Cuccagna”), Sandra Mondaini, Valeria Fabrizi, Margaret Lee, Alina Zalewska, I Pellerani.
Riferimenti: DVD con clip di Luigi Tenco a colori

Mio buon curato, dicevi che la Chiesa…..

Mio buon curato, dicevi che la Chiesa…..

dal mio regno al Tuo Regno, un GRAZIE di cuore.
Riferimenti: Grazie

Luigi Tenco, Mal dei Primitives e …Teddy Reno

Una canzone di Luigi Tenco vinse il Festival di Ariccia nel 1966….ma il cantante che la portò al successo (Mal dei Primitives) aspetta ancora il riconoscimento dalla Organizzazione che era curata da Teddy Reno.

tratto dal sito di Mal:
“…”Yeeaah”, con il quale ho vinto il festival di Ariccia del 66. A proposito, caro Teddy (Reno, s’intende), ancora aspetto il certificato.”

A Teddy Reno ci sarebbe da dire…non è mai troppo tardi!
Riferimenti: IL MIO REGNO

in un attimo… Rosillusa e Luigi Tenco


Certe volte basta un attimo….e si capisce quanto profondo sia il segno lasciato da Luigi Tenco.
Ad incontrarlo questa volta è Nicola, dei Rosillusa.
E non è solamente un incontro artistico quello proposto dal brano “Vedrai, vedrai” contenuto nel CD “l’arca di non è”.
Analizzando il CD si scopre infatti che, quello di Luigi, è l’unico brano “extra” contenuto nel disco.
Un tributo dunque di affetto e di stima, realizzato da chi, per incontrare Luigi, si è mostrato capace di andare, in silenzio, a trovarlo nella sua valle.
Riferimenti: ROSILLUSA

Navigazione articolo