il mio regno

qui si parla di…. Luigi Tenco

Archivio per il tag “quando”

Dove, quando, chi, come ….

Dove, quando, chi, come….

Dove: Palazzo del Ghiaccio a Milano.
Quando: Maggio 1957.
Chi: “I Celentano“….il gruppo Rock che accompagna il debutto di Adriano Celentano è composto da:Enzo Jannacci e Giorgio Gaber alla chitarra, Flavio Carraresi alla batteria
Luigi Tenco al Sax
Come: il brano che scatena le emozioni dei giovani è stato scritto da Luigi Tenco. Si intitola: “Ciao ti dirò“.

(fonte: Siae,Vivaverdi n.6/2006)

nota: Flavio Carraresi è il batterista che agevolerà il debutto anche di MICHELE al Cantagiro del 1963 per intercessione di LUIGI TENCO. Il brano in questo caso è: Se mi vuoi lasciare. La base fu ripensata per quella gara canora proprio da LUIGI TENCO (fonte: dichiarazione di MICHELE il 20/7/2006)

Luigi Tenco in precedenza aveva fatto parte dei “Rock Boys” ed ancor prima (1956) del “Settetto Genovese”.

Annunci

Quando la sera, me ne torno a casa…..”E QUANDO ALL’ALBA”

Quando la sera me ne torno a casa…..e quando all’alba

Mi è capitato, stasera 11/8/2005 verso le ore 18, di ascoltare la voce di LUIGI TENCO cantare “Mi sono innamorato di te”, dalle onde di RADIO1, nel programma “BAOBAB l’albero delle notizie”. A seguire, i conduttori hanno precisato che quel “passaggio” non era casuale ma sottointendeva una intervista a due dei nostri migliori interpreti Jazz, vale a dire Enrico Pieranunzi e Ada Montellanico. Durante l’intervista, Pieranunzi (che come è noto assieme alla Montellanico ha musicato alcuni inediti di Luigi) ha sottolineato che il merito di questa operazione è da attribuirsi completamente alla sua patner. Ada Montellanico, per parte sua, ha ricordato che questo onore le è stato concesso dalla famiglia “Tenco” che ha avuto modo di conoscere e apprezzare soprattutto in virtù del fatto che stava scrivendo un libro sul rapporto uomo-donna (uscirà a Settembre) dove la fonte principale di ispirazione sono proprio le tematiche che ci ha consegnato Luigi.
Aspettando Settembre “canticchio” ,fra me e me, “Danza di una Ninfa sotto la luna“,,,,non dovrebbe essere difficile intuirne la musicalità visto Luigi, un verso identico, lo aveva già utilizzato per una sua diversa canzone.
Riferimenti: E quando all’alba….

Navigazione articolo